Aziende e startup nel settore

Per quanto riguarda gli esoscheletri le compagnie principali sono:

  • Rewalk Robotics
  • Ekso
  • Parker
  • Cyberdyne
  • Honda
  • Phoenix

Un elenco più vasto delle varie aziende e startup:

Per quanto riguarda le protesi artificiali:

 

I rischi associati alle protesi artificiali

I rischi sono per lo più collegati all’intervento volto all’installazione di una protesi artificiale. Possibili rischi sono:

  • Infezione
  • Coaguli di sangue nelle vene della gamba (trombosi venosa profonda) o nei polmoni
  • Infarto del miocardio
  • Ictus
  • Ematoma e versamento articolare
  • Embolia polmonare
  • Danni ai nervi
  • Danni vascolari
  • Cicatrici cheloidi
  • Dismetrie degli arti (una gamba più lunga dell’altra).

Protesi d’anca – Appunti del dottor Claudio Italiano

Esoscheletri e protesi: numeri in gioco

Considerando il caso di esoscheletri di supporto alle gambe, si possono avere pesi in ogni caso non eccessivi, attorno ai 38 kg. Se alimentati a batteria, possono raggiungere velocità di circa 3 metri al minuto. Considerando in particolare “Rex”, sono presenti migliaia di componenti di precisione, compresa una rete costituita da 29 microcontrollori e dieci motori, ciascuno di potenza 150 W. Un altro esemplare di esoscheletro, “Ekso”, è dotato di 4 motori elettrici e di 15 sensori che controllano 500 volte al secondo il movimento del corpo. Ha un peso di circa 20 kg, ed è regolabile in altezza da 157 a 188 cm. Noleggiare un esoscheletro di questo tipo (in particolare “Rewalk”) può costare anche 1.500 euro al mese, mentre ne occorrono circa 70mila per comprarlo.

Rex, l’esoscheletro per la riabilitazione

Ekso, un esoscheletro per disabili

Rewalk, utilizzato anche in Italia